mercoledì 10 giugno 2015

Collaborazione con Creare Con Semplicità



Da poco ho stretto una collaborazione con una mia "vecchia" amica piena di risorse.  Nel vero senso del concetto di "risorse": lei cerca, trova e crea sostituti biologici nella vita quotidiana. Non solo questo ma molto di più. Creatività a tutto tondo: va da progetti per creare gioielli alla modellazione, passando per lo studio dei materiali e alla loro creazione in casa. Ricicli utili nel quotidiano. Sempre pronta a collaborare per qualcosa di nuovo, ed ha sempre una risposta creativa alla domanda che le poni. Attiva su Facebook nel gruppo omonimo che ha creato per raggruppare persone che, come lei, vogliano condividere esperienze creative e rimedi casalinghi. 

Nello specifico della collaborazione, le ho presentato un'idea di riciclo che ho avuto qualche giorno fa e oggi lo ha pubblicato!! Se volete sapere di cosa si tratta questo è il link diretto all'articolo:
http://www.creareconsemplicita.com/it/progetti/riciclo/352-vasetto-dello-yogurt



sabato 6 giugno 2015

Vaso rotto n. 1

Dal titolo non vorrei che tu pensassi che volontariamente mi metta a rompere vasi a destra e a manca, magari mi prendono dei raptus e distruggo tutto. No, tranquilla. E' stato un caso più che fortuito. Magari il cane ha saputo che, un paio di giorni prima, avevo visto una bella composizione di piantine grasse in un vaso spaccato. Lui, è un assistente molto attento,  mentre lo rincorrevo ha svoltato d'improvviso e con il sederone ha devastato un vaso. L'ho visto, era particolarmente contento, doppiamente contento di avermi seminato e soddisfatto di avermi regalato il vaso perfetto per la creazione. 
Non ho dovuto ricomprare il vaso per la pianta incidentata ma ho comprato 5 piantine che potevano andar bene per la composizione.
Il mio tentativo era di creare uno steccato dove s'è creato il varco.
ATTENZIONE: ho dovuto comunque attaccare alcuni pezzi col silicone trasparente e si vede pure!
Dicevo dello steccato. Dove incollo lo steccato? Ho attaccato sul fondo del vaso della stoffa, in modo da creare un piccolo rialzo dove incollare lo steccato. Lo steccato è fatto di palette di plastica (quelle per girare il caffè) dipinte con l'acrilico bianco, asciuga abbastanza in fretta specialmente se il lavoro è fatto all'aperto. 



Il resto non ha molto bisogno di spiegazioni. Le scale le ho ricavate martellando i pezzi avanzati, non sono volutamente rettangolari perchè meglio se infilati nel terreno. E' necessario, man mano, bagnare con acqua così si compatta meglio.
Che ne dici? Non è perfetto ma è unico.

mercoledì 3 giugno 2015

Fiocco nascita n. 2

Il primo fiocco nascita ha portato bene, yuppy!!!
Mi è stato chiesto un tipo di fiocco assai diverso dal primo. Seguendo le indicazioni di una foto-tipo che utilizzava materiali differenti, mi è stato chiesto di realizzare un salvagente con scritta "Welcome on board", aggiungendo alcuni pupazzetti tra cui inserire dei delfini. Quando si hanno indicazioni ben precise è quasi tutto in discesa, bisogna solo mettersi all'opera e cercare i pattern. Grazie a Pinterest i pattern non sono un problema. Determinare la giusta combinazione, almeno per me, diventa difficile quando oltre ai classici bianco-celeste o bianco-rosa ci sono altri colori tipo marrone e nero. Ho avuto molti dubbi che ho risolto insieme alla ragazza che mi ha ordinato il fiocco, è il solo modo, perchè deve piacere soprattutto a lei. Ed è stata la miglior decisione una volta completato il lavoro: stonava un pò la scritta "Welcome on board" in nero, in foto poi rendeva anche peggio, purtroppo era incollata e non potendo sostituirla abbiamo avuto l'idea di sovrapporre semplicemente del feltro bianco (fortuna che avevo quello più sottile, altrimenti non sarebbe stato lo stesso) rimpicciolendo un pò, per creare una sorta di contorno col nero sotto. Questo è stato proprio il classico "colpo di classe". Che ne dici, non è bello?


Così invece era con la scritta in nero:


Benvenuto Jacopo!

martedì 2 giugno 2015

Lo Yeti

Dal paese delle meraviglie chiamato Pinterest ho trovato un tutorial per un tenerissimo pupazzetto in feltro: Lo Yeti.
L'ho visto e me ne sono innamorata: dovevo assolutamente provarci. Ho avuto un pò di problemi a risvoltare le braccine, infatti una è leggermente più lunga dell'altra perchè l'ho strapazzata bene bene. Nonostante tutto le sembianze sono intatte.
Carino, vero?
Non è perfetto ma è molto simpatico.



Che faccina biricchina!!!

lunedì 1 giugno 2015

Remake tag n.1

Ho scoperto, qualche tempo fa navigando su youtube (complice anche il fatto di essere di nuovo disoccupata), una nuova parola "remake tag" dove le creative mostrano i progressi fatti. Come? Prendono una creazione fatta agli inizi e la ri-creano. Nel ricrearla la dimestichezza con il materiale è migliorata (si spera) e con l'esperienza si può perfezionarla apportando delle migliorie.
Ho provato a farlo anche io. Al mio primo mercatino creai una collana che piacque molto: ha ricevuto molti complimenti e alla fine è stata adottata. Ho tentato di riprodurla dalla fugace foto che le feci. Non so se la collana sia migliorata di molto, però è sempre carina. 
Se avessi tutte le sailor moon che ho tentato di fare, forse lì si noterebbe di più il mio progresso.



Il gelatino si è addolcito, il cuore di biscotto con il cioccolato fondente mi piace di più. La girella mi da una buona impressione, anche se ho dimenticato di creare l'effetto pan di spagna, come ho fatto per questi orecchini



Altra differenza è la mancanza del lucido perchè i biscotti mi sembrano più realistici senza quella patina trasparente. Non so se è meglio o peggio, nel dubbio non rimane che ritentare.